24 settembre 2011

il tunnel

L'esperimento del Cern di Ginevra che ha portato a registrare nei neutrini sparati verso i laboratori dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare posti sotto il massiccio del Gran Sasso una velocità superiore di quella della luce ha fatto balenare alcuni cervelli.
C'è gente in giro, gente di un certo livello, studiata intendo dire, che pensa che una particella come un neutrino abbia bisogno di un tunnel per andare da Ginevra al Gran Sasso?
Sì, c'è e si trova nell'ufficio stampa del ministero dell'istruzione, dell'università e della (sigh) ricerca. Ha come capo una certa Mari Star.

3 commenti:

vorreispiegarviohdio ha detto...

Il MIUR è un tale coacervo di de-menti che da Ginevra dovrebbero direzionarvi un fascio di neutrini, positroni, elettroni, neutroni, protoni e quant'altro possano trovare per desertificarlo. In questi mesi che stiamo mettendo in atto la fantastica riforma Mary Star si vede appieno come sia in realtà un programma per affossare completametne l'università. Un delirio.

SacherFire ha detto...

Credo che la loro replica di oggi alle battute con le quali sono stati sepolti vada ben al di là della tua definizione di delirio.

Mi viene da piangere!

Toni ha detto...

Questo governo vede da anni quello che non c'è; non solo il tunnel.