10 dicembre 2005

confusione di ruoli: Sabina politica, politici comici

Ho appena finito di vedere Viva Zapatero! che ieri mi ero comprato in dvd. Non ero andato a vedere il film a settembre. Mi ha messo un discreto livello di incazzatura addosso. Non tanto per le cazzate sparate sulla necessità di interrompere il programma Raiot di Sabina Guzzanti decantate da politici, o loro lacché, del centrodestra, quanto per le stesse opinioni espresse da chi prende i voti da elettori che si sentono di sinistra.
Certe considerazioni, o assenza di esse, di Petruccioli, di altri politici ulivisti, della Annunziata, mi hanno fatto abbassare lo sguardo. Per la vergogna! Non riuscivo a guardare il video, troppo ribrezzo e sono quasi sicuro di essermi perso anche parte di quello che dicevano perché l'incazzatura è stata tale che ho iniziato a sbuffare.
Che ci siano persone che hanno accettato regole che di democratico hanno ben poco, vedi motivazioni che spingono a censurare ("ma che poi non è mica censura!" sigh!) la libertà di espressione, mi sta bene e fa parte, non è un paradosso, della democrazia. Che queste persone siano dalla mia parte no, non mi sta bene affatto. Si sospende in tutto o in parte una libertà in cambio di cosa? e comunque, è democratico un comportamento del genere?
Dubito che in primavera ci siano liste rinnovate nei nomi, anche se ormai è diventato necessario un ricambio. Anzi, doveroso. Con la legge elettorale poi non sarà di certo questa l'occasione migliore, tutt'altro. Certi personaggi hanno perso, se mai li hanno avuti, anche i più piccoli barlumi di ideali ai quali i loro elettori, almeno loro sì, hanno creduto. Se venisse posto un limite ad un massimo di due mandati, come per i sindaci, anche ai parlamentari sarei uno dei primi sostenitori.

2 commenti:

stellalpina ha detto...

Si, io ho dichiarato in famiglia, che mai e poi mai voterò per l'ulivo se candidasse Sgarbi nella mia città

Anonimo ha detto...

l'ho comprato anch'io. ho un pò paura a guardarlo...
AmicaN