06 febbraio 2009

nubifragi

Due fatti importanti di oggi, entrambi riassunti nel titolo.

Un vero e proprio nubifragio si è abbattuto stamani su Livorno. A pranzo, pur sotto la pioggia, ho cercato di tornare a casa in bici. Non avevo mai visto piazza Attias con tutta quell'acqua; le macchine bloccate con l'acqua alta mezzo metro. Ho deviato per corso Mazzini, per poi prendere via Cecconi. Le strade erano fiumi ma per fortuna l'acqua arrivava solo a lambire i bordi dei marciapiedi; almeno lì con la bici potevo andare avanti. Ma poi davanti al Pam solita immane pozzangherona molto più profonda dei pedali e scarpe a quel punto inutilmente ai piedi. Insomma, un mezzo disastro.

Un vero e proprio nubifragio istituzionale. Alcune cose:
1. decreto legge sull'obbligatorietà all'alimentazione ed idratazione approvato all'unanimità (ottenuta grazie alle assicurazioni date ai pochi -sigh- ministri recalcitranti di essere dimissionati immediatamente),
2. motivazioni scientifiche sugli stati vegetativi che sono reversibili -sigh-,
3. motivazioni di alta etica e morale sulla possibilità di poter ancora dare la vita da parte di chi è in stato vegetativo permanente,
4. rifiuto del Presidente Napolitano di firmare un atto palesemente anticostituzionale,
5. scenari futuri su cambiamenti della Costituzione,
6. disegno di legge di iniziativa governativa approvato stasera con lo stesso testo del decreto legge varato oggi ma non controfirmato da Napolitano,
7. richiesta, da parte del governo, di convocazione del Senato in seduta straordinaria.
Dimentico qualcosa ma la sostanza cambia poco.
Tranne il punto 1. che dimostra solo che la corte se la fa il re e il punto 4. tutti gli altri punti sarebbero, in un paese occidentale, causa di dimissioni immediate. Il 2. e 3. per manifesta indegnità, gli altri per manifesta infermità. Insomma, un mezzo disastro.

2 commenti:

Pax ha detto...

Guarda, sulla faccenda di Eluana volevo scrivere anche io un post ma sono troppo incazzato e devo aspettare e calmarmi.
Sono veramente incazzato nero per come si intromettono nel dolore di una famiglia che dura da oltre 17 anni.

stellalpina ha detto...

Tutto questo serve per coprire quello che stanno combinado in parlamento svegliamoci