28 marzo 2011

per liberarli da un triste avvenire

Correva da qualche giorno la voce sulle boiate proferite dal vicepresidente del CNR in merito al disastro successo in Giappone.
Stasera sono capitato sulla petizione online per richiedere le dimissioni di questo mentecatto, che risponde al nome di Roberto de Mattei. Perché, diciamolo chiaramente, chi asserisce che "le catastrofi sono talora esigenza della giustizia di dio, della quale sono giusti castighi" ti aspetteresti che sedesse in ben altro consesso che non al Consiglio Nazionale delle Ricerche. A bene vedere non è neanche la cosa peggiore che abbia detto.
"Per comprendere l'azione della provvidenza che dà una ragione a tutto ciò che avviene anche alle tragedie come i terremoti, bisogna però avere una prospettiva sovrannaturale, la prospettiva di chi crede nell'esistenza di un dio creatore e remuneratore della vita eterna".
Non c'è che dire, un mentecatto che si è scordato di prendere i voti. Con rispetto parlando per quelli che li hanno sì presi ma che vivono delle loro preghiere e delle questue e non con stipendi pubblici.
Io la petizione la ho firmata senza tanti tentennamenti, neanche quello dovuto alla misera utilità che possono avere queste iniziative online, soprattutto qui in Italia.

3 commenti:

vorreispiegarviohdio ha detto...

Ma non è anche quello che difende il Creazionismo a spada tratta contro l'eresia dell'Evoluzionismo?

SacherFire ha detto...

Claudio, sì dovrebbe essere lui. Le frasi che ho riportato le ha dette a Radio Maria.
Lo scandalo vero comunque potrebbe essere un altro: quanto incide la vicepresidenza del CNR sulla scelta delle ricerche da finanziare? quanto incide sulla distribuzione dei finanziamenti?

marcoboh ha detto...

quanto incide la vicepresidenza non so... quanto incide il vaticano invece è evidente.