09 marzo 2011

portaci i soldi dei vecchietti, per esempio

...e vinci un viaggio a Madrid.
Tramite questo tweet di AndrewRm sono giunto alla pagina di aifilcud, scritto ifeelCUD (della serie, hai capito quanto siamo cool?), il grande concorso per i giovani cattolici italiani che sono chiamati quest'anno a fare incetta dei Cud dei pensionati della propria parrocchia, per far sì che anche i giovani, ma che dico? i gggiovani partecipino alla scelta dell'8xmille (che si sa, non avendo reddito a sti disgraziati però dopo anni hanno trovato finalmente un ruolo di utilità). Anzi, usando le parole del sito "Ora anche i giovani possono fare tanto per sostenere l'8xmille, aiutando gli anziani a compilare e consegnare la scheda allegata ai loro modelli CUD, per esempio."
Quindi non è tanto il Cud, e il conseguente ifeelCUD, che interessa ma bensì la compilazione e la consegna della scheda allegata. L'allegato potrebbe essere quello della scelta dell'8 x mille, per esempio. Peccato che sia una certezza, visto che il modello Cud non ha altri allegati.
Manca l'indicazione di andare da quei vecchietti che al solito si scordano di firmare quel cazzo di scheda, quei rincoglioniti. Ma ora difficilmente la scamperanno: le squadre, sì perché c'è da costituire una squadra di raccattafirme, sapranno raggiungere armate di penna i domicili di questi ostinati contribuenti laici.
Nelle regole del concorso c'è tanto di formula per determinare i punti. Ah, e il sacerdote deve pure iscrivere la parrocchia, sennò non vale. Pare quasi il meccanismo di riparto dei fondi dell'8 x mille non destinato da esplicite scelte dei contribuenti, così come modificato su proposta del cardinale Ruini. Che la cosa la vide alla lunga, però non avrebbe mai pensato che i fondi così raccolti ad un certo punto avrebbero iniziato inesorabilmente a diminuire. L'operazione di marketing dell'ifeelcud è forse più una dichiarazione da canna del gas che non di buona salute. Certo che mi fa specie comunque.
Io spero che chi vincerà questo benedetto viaggio a Madrid alla giornata mondiale della gioventù sia inculato da un toro. Ma non dal quadrupede bovino ma proprio da un bel toro della Chueca, per esempio.
Solo allora mi riterrò soddisfatto. E proverò al contempo un po' di tristezza, perché poi al vincitore il toro gli piacerà, e io resterò qui senza.

3 commenti:

Paolo ha detto...

Hai ragione, è uno schifo: leggi dei pessimi tweet :D :D :D

vorreispiegarviohdio ha detto...

Sono basito. Ma una volta di più si conferma come la chiesa sia un'organizzazioen talmente forte, capillare, radicata che avrà sempre la meglio sui laici.

SacherFire ha detto...

Paolo, dovrei consigliarti di aprirti un account su twitter, così potresti a tua volta consigliarmi quali tweets leggere. Ma mi risparmio l'inutile fatica, prrrr.

Claudio, è amore il loro! :D