25 giugno 2011

matrimonio gay nello stato di New York

Dialogo ipotetico:
- è stato approvato il matrimonio gay qui nello stato di New York
- non ci credo
- ah no? guarda lassù

4 commenti:

Brain ha detto...

Ma tipo, se due gay si sposano a New York, negli stati dove questo diritto non è ancora sancito, la loro unione legalmente non viene riconosciuta?

vorreispiegarviohdio ha detto...

Se non ricordo male, anche in questo caso ogni Stato si comporta come vuole: ci sono stati che riconoscono l'unione avvenuta in altro Stato, altri no. Mi sembra di ricordare che lo Stato di New York fino ad ora riconoscesse i matrimoni conseguiti in altri Stati.

SacherFire ha detto...

Brain, negli USA ci sono più stati che hanno, modificando la costituzione, sancito che un matrimonio è solo tra un uomo ed una donna rispetto a quelli dove è ammesso il matrimonio gay, anche considerando che forse tra un po' in California riusciranno a cancellare la proposition 8 che abolì il matrimonio gay.
Per cui no, non in tutti gli stati degli USA i matrimoni gay saranno riconosciuti.

vorreispiegarviohdio, sì, nello stato di New York erano riconosciuti da qualche anno i matrimoni gay celebrati altrove.

Françoise Marianne ha detto...

Che stronzata non riconoscere il matrimonio gay negli altri Stati, come negli altri Paesi. Mi rode, è una presa per il culo, e poi certi stronzi omofobi fanno anche la parte della gente per bene che supporta associazioni per i diritti umani. Non è un diritto il matrimonio? Che diritto hanno gli altri di vietare la felicità di altre persone? Posso capire che la mentalità chiusa di alcuni paesi orientali non accetta l'omosessualità, ma le nazioni occidentali che si proclamano così avanti, così moderne, così civili che scusa hanno? Boh, poi vogliono pure atteggiarsi. Che rabbia!