28 aprile 2011

il verso del TomTom

Ho accompagnato i miei in un viaggio in auto facendo loro da autista. Sono ancora in grado di cavarsela, anche in autostrada, ma nel traffico prettamente domenicale. Senza camion cioè. Invece qui si trattava di guidare anche e soprattutto in mezzo al traffico pesante.
Qualche anno fa si comprarono il TomTom, in modo da poter raggiungere tutti i bocciodromi di questo mondo senza più farsi andare a prendere ai caselli dai loro amici disseminati in mezza Toscana.
Non essendo ancora stata progettata la sachermobile, non ho dimestichezza coi navigatori satellitari. Ecco quindi che per fare le sconosciutissime FI-PI-LI o la A1 o la A22 la sachermamma, dal sedile posteriore, governava il tutto.
Qualche indicazione, qualche suono per gli autovelox, con tanto di madre incorporata che faceva il conto alla rovescia sulle decine di metri mancanti; insomma un cazzabubbolo che uno si abitua presto ad avere nel viaggio con sé.
Ad un certo punto ha emesso un suono: mmmmuuuuuuuuuu. Un muggito enorme, fastidioso, estemporaneo. È il suono scelto per l'avviso del non rispetto della velocità. Saltuariamente nei tratti con molto traffico e cantieri era per la troppa ma obbligata lentezza; la gran parte delle volte però era per l'eccesso di velocità.
Ci sono tratti, in prossimità di Modena o di Bologna, a quattro corsie dove improvvisamente la velocità dovrebbe scendere a 100 km orari, secondo il TomTom muggente; peccato non vi fosse nessun cartello di limitazione della velocità ai lati della carreggiata.
Alla domanda se loro, quando son da soli, guidassero seguendo non i cartelli ma i muggiti la risposta è stata secca: certo!
Penso che se mi dovesse arrivare una multa per ciascun muggito ascoltato nel viaggio dovrei vendere la casa.

7 commenti:

Principe Kamar ha detto...

In alternativa in un paese di escort puoi sempre arrotondare facendo il gigolò. ;o)

vorreispiegarviohdio ha detto...

Mio dio che incubo! un motivo in più per non prenderlo!

SacherFire ha detto...

Principe, scusa ma non ho capito il tuo commento.

Claudio, ma a te cosa ti serve che non ti muovi mai? ;-P
E poi è bellino se ogni tanto in macchina qualcosa fa mmmuuuuuuuu (bè, alla 30esima volta un po' scoccia :D).

vorreispiegarviohdio ha detto...

Sacher, connetti le sinapsi: Principe voleva dire che per pagare le multe da eccesso di velocità, se fossero tutte effettivamente tali, potresti non solo vendere casa ma anche dar via la tua parte migliore (scegli tu quale).

SacherFire ha detto...

Grazie Claudio, non ci ero arrivato e con la grazia che deve contraddistinguere i sacherlettori giustamente mi hai illuminato.
Io le unghie dei piedi le taglio ogni 2/3 mesi e finora le ho sempre buttate, dici che non sono stato furbo? :D

vorreispiegarviohdio ha detto...

Be', a trovare il feticista facoltoso forse potevi fare una fortuna...Ma le tieni così lunghe per smaltarle?

SacherFire ha detto...

No, le macino fini fini e integro di cheratina la mia dieta.