20 marzo 2008

ammissioni d'assurdità

Riportare così la notizia sembra che sia nulla di più di una sciocchezza.
La coppia di fatto che si è vista piombare addosso la duplice richiesta del pagamento del canone Rai "perché i conviventi hanno due stati di famiglia diversi" però non ha potuto far rilevare da sola l'assurdità della faccenda, scrivendo direttamente alla Rai e chiarendo il tutto. Per dirla meglio, la loro opinione-ricorso non è stata presa manco in considerazione; la coppia ha ottenuto l'ammissione di assurdità da parte della Rai solo dopo essersi rivolta al difensore civico provinciale.
Un modo un po' perverso per vedersi riconoscere quello che non è nemmeno un diritto. Ma solo la sicurezza di vivere in un mondo con un po' di buon senso e di logica.
Si sa mica nulla se da parte di un moige qualsiasi qualcuno abbia gridato allo scandalo? Conoscendo i polli, non mi meraviglierei.

3 commenti:

Andrew ha detto...

Am proposito di rai...lo sia che dovrà pagare un risarcimento ad un telespettatore che si è sentito offeso dalla puntata di AnnoZero in cui fu trasmesso "Sex Crimes & Vatican"?

Andrew ha detto...

Ah...poi ho scoperto che mamma rai ora pretenderebbe il canone anche dalle persone che, pur non avendo una Tv hanno un computer!

SacherFire ha detto...

Dal momento che quel telespettatore stava guardando una trasmissione d'informazione e quelle informazioni erano/sono vere il risarcimento è possibile sì, ma chiedendolo al vaticano.
Mamma rai chiede il canone anche se hai un forno a microonde...