14 ottobre 2007

un bel ritorno

Stasera è ripreso Report. Con una fantastica puntata sui derivati, prodotti finanziari... ehm, scommesse finanziarie costruite così bene che chi stipula i contratti è del tutto convinto di non pagare costi. L'interessante sta nel fatto che molte amministrazioni pubbliche hanno firmato contratti di "finanziamento" di questo tipo. E molti, tanti, troppi assessori ai bilanci affermano che no, è tutto a costo zero. Ci vogliono elevate competenze per capirci qualcosa, e quando quel qualcosa salta fuori sono cifre di milioni e milioni di euro di costi impliciti.
Interessante anche il fatto che durante la pausa pubblicitaria delle 22,40 ci siano stati due spot di banche, uno della BNL ed uno della B. Popolare (non vorrete mica perdervi i mutui in offerta fino al 31 dicembre, vero?). Questo dà da pensare; o forse è solo indice della schizofrenia televisiva.
Insomma roba da far accaponare la pelle se non che, quando si tratta di soldi, chi amministra sia nel pubblico che nel privato, dovrebbe stare un po' più con le antenne dritte.
Sono contento pure di aver retto fino in fondo alla puntata; in genere per il mal di stomaco che mi fanno venire certe interviste non ce la faccio. Mi mancava Report, decisamente.

4 commenti:

Andrew ha detto...

Lòvvvv Gabbanelli!

Anonimo ha detto...

veramente inquietante.
AmicaN

Brain ha detto...

Ecco, tipo prevedere delle figure con competenze finanziarie all'interno delle amministrazioni sarebbe troppo? Sono i nostri soldi che investono, e si indebitano per milioni di euro....

SacherFire ha detto...

Brain, il servizio si è chiuso proprio con questa considerazione da parte della Gabanelli. In Emilia alcuni piccoli comuni si sono consorziati per fare questo, e poi durante la trasmissione hanno fatto vedere l'intervista all'ass. al bilancio della provincia di Treviso: lì è la loro ragioneria che, opportunamente formata, si occupa di queste questioni.