03 ottobre 2007

che tiro che ha Copeland!

Un concerto dei Police vale. I soldi del biglietto, la fatica che si accumula in una trasferta non stop di 17 ore, il traffico all'una di notte, gli autogrill a 150 km da Torino pieni strapieni che non puoi prendere neanche un caffè alle 2 di notte, il mal di testa che è scoppiato, e la solita giornata da passare in stato di zombi. Vale tutto questo è anche di più.
Era un diversivo la definizione che ne ho dato al termine: sì, bellino. No, decisamente bellino, decisamente un bel concerto rock. Cavolo, che artisti che sono quei tre!
E su tutto e tutti Copeland. Che tiro che ha quando suona quella batteria. Io una cosa così non l'avevo mai vista.
Se tra 10 anni i simpatici 'mbriaconi irlandesi che tanto amo riuscissero a suonare così mi commuoverò. Ma so già che scrivo questo solo sulle ali dell'entusiasmo. I Police a 56 anni e passa suonano che è una meraviglia.
Vengo sms-ato quando siamo appena entrati in Piemonte che il solito highlander-de-noantri è lì in primissima fila ai cancelli. Dopo un'oretta altro sms, ché è lì a un metro dal palco. Eccheccavolo! Poi però, al nostro arrivo, che carino, è pure passato sotto il mio settore a salutarmi. Grazie.
Età media del pubblico intorno alla quarantina. E nei miei pressi devo dire che di rappresentanti discreti di questi 40enni ce ne erano in abbondanza. Toh, un altro motivo del perché un concerto dei Police vale.
Accidenti che tiro che ha Copeland.
Devo dire che la Notte della Taranta mi ha scassato e non poco, ma forse sono io che non capisco. Quegli altri (come caspita si chiamavano?) parevano i Police, quanto meno il cantante pareva fosse Sting 30 anni fa con una estensione minore dalla voce però; bravini. Ne sentiremo parlare? Boh, tanto non mi ricordo il nome.
Per qualche istante prima dell'inizio del concerto, passate da poco le 21,30, si è pensato che avessero litigato tra loro. Accidenti, è ottobre, è buio da 2 ore, cosa aspettano a salire sul palco? In assoluto è stato il concerto rock all'aperto iniziato più tardi al quale abbia assistito. Ma una cosa sono quelli tenuti a luglio, ma in ottobre, dai, movetevi...
Boia che tiro che ha Copeland quando suona.
Lo vòi 'r panino? e 'r toste? da bè? insomma, caa' vòi? 'na birrettina, cioccolata, biscotti? - no, io son più pe' i salatini (sì, però come te la sei svoltolata subito la cioccolata). Dè, più di mezza giornata col cognatino di Corea e il suo amico, non pensavi mica di non migliorare il livornese, dè boia. Ci si cheta solo quando suonano, giusto qualche interruzione per commentare Copeland (uno a caso).
Toh ma io quelli lì da basso li conosco. Oh oh! uh uh! Telefoniamo, vai che è meglio. Ci sbracciamo, non mi accorgo però che nell'impeto emotivo -e capirai...- dei saluti viene rovesciato un bicchierone di birra. Che peccato. Mi verrà riferito il tutto in seguito.
Madonna Copeland, che tiro che ha nel suonare la batteria.
Durante King of Pain c'è stato un attimo di tensione: o Sting ha saltato una strofa o Copeland si è scordato di scendere dalla pedana delle percussioni et similia e di tornare in tempo alla batteria, fatto sta che invece di scenderci si è letteralmente buttato ma ha comunque saltato un paio di battute. Va bè, se son vere le dicerie litigheranno poi, e non è che me ne freghi, qui sono stati bravissimi, anche nel frangente. E poi sono abituato a ben altro: non c'è una volta che Bono si ricordi tutto il testo della mia Bad.
Tra Can't stand losing you e So Lonely non so in quale delle due sono quasi impazzito di più dalla felicità. Poi hanno finito con Next to me. Accidenti che versione. Ah già, dimenticavo: a me -ai tempi- non piaceva Next to me. Mah.
Scesi dal 2° anello chiamo un po' di Rane e di torinesi, ma tutto tace sul fronte cellulare. Però di lì a pochi minuti si palesano che è una meraviglia guardarli.
Le autostrade in Italia, o almeno nelle tre regioni attraversate, sono un cantiere continuo. Allucinante. Bello il fatto che da Torino fino in Liguria tutti gli autogrill fossero presi d'assalto. Alla stazione di servizio Bormida poi c'era solo un addetto. Ha in pratica chiuso il bar e comunque non ce la faceva a fare gli scontrini per tutti. Alla fine il nostro stoico autista è riuscito a prendere il caffè tanto agognato fin da poco dopo la partenza quando eravamo vicini a La Spezia.
Ho fatto un po' di foto. Al solito c'era gente brava al concerto, anche fotografi non professionisti; quindi se volete vedere belle foto andate da loro. Altrimenti, che tanto lo sapete che mi fate piacere, ci sono queste (tornate, che stasera ne ho caricate poche).

9 commenti:

Pax ha detto...

Gran bel post! Dev'essere stato proprio un bel concerto.... però alla fine non ho capito se t'è piaciuto il Copeland... mah!
:-))

Anonimo ha detto...

Quello non era Copeland, ma Previti con la fascia in testa! :PP

alla prossima!
G

p.s. A che ora sei arrivato a casa? Io alle 3 e non ero manco tanto distante

Brain ha detto...

Quegli altri (come caspita si chiamavano?) parevano i Police, quanto meno il cantante pareva fosse Sting 30 anni fa con una estensione minore dalla voce però; bravini.
Sarà perché il cantante dei Fiction Plane si chiama Joe Sumner? ;-)

Typesetter ha detto...

Steward Copeland è così bravo che me lo farei anche se sembra un cavallo con l'ascesso a un dente.
Peccato per gli altri due che intellettualmente sono bolsi alquanto. No ci fossero stati loro, sarei venuta anche io.

Numero 6 ha detto...

Next to me??

SacherFire ha detto...

mica ho poi capito se mi piace Copeland. Forse sarà che son tornato a casa alle 4,30 del mattino (s'è fatto presto quindi).
Evvabbè, Next to you (ma dè, se scrivo male, leggete bene, no? ;-P)

Barbara ha detto...

Dev'essere stato bellissimo adoro i Police peccato non aver potuto vederli dal vivo :)

AnelliDiFumo ha detto...

Hahahhahaha "Next to me" il solito egocentrico egotico del caxxo! Hahahhaahhaha :-D

Contento che ti sia piaciuto, cmqe :P

SacherFire ha detto...

AdF: anche Next to you è stata scritta quando te non capivi ancora un c@##o (se mai sei arrivato a capirlo).
Guarda che tra pochino ritornano dalle tue parti. Vacci, te lo consiglio. Tante volte imparassi qualcosa sulla musica con la M :)